L’Etruria

Redazione

100 ore di Eventi al MAEC- 4 mesi di iniziative tra parco archeologico e museo di Cortona

100 ore di Eventi al MAEC- 4 mesi di iniziative tra parco archeologico e museo di Cortona

Cultura, creatività partecipazione. Sono queste le parole d’ordine dell’edizione 2019 di 100 Ore di Eventi al MAEC, il calendario di appuntamenti in programma da aprile a settembre nel circuito archeologico cortonese.

Laboratori per bambini e ragazzi, concerti musicali, visite guidate al parco archeologico al tramonto con tanto di meditazioni, mindfulness e yoga dolce, trekking sensoriali, camminate in notturna, mostre fotografiche, originali spettacoli teatrali, aperture straordinarie dei musei, degustazioni e molto altro. Ci sarà anche spazio per parlare di arte e tutto ciò che le ruota intorno, in una location d’eccezione quale è l’antico palazzo Venuti, sede dell’Hotel San Michele, dove si svolgevano le prime riunioni dell’Accademia Etrusca.

Un programma che è frutto di una collaborazione tra  il Sistema MAEC parco e il Comune di Cortona in stretto contatto con le associazioni e le realtà del territorio sia pubbliche che private con il chiaro obiettivo di costruire una sempre più vincente strategia culturale e di promozione turistica per la città e il suo territorio.

Avviate collaborazioni anche con iniziative culturali importanti come per esempio il Cortona Jazz Festival o il Cortona Mix Festival. Il progetto viene realizzato grazie anche al contributo che il Museo MAEC si è aggiudicato nell’ambito del progetto Valore Museo promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.

“Andiamo oltre”, sottolinea il presidente del MAEC Albano Ricci. “ Il sistema MAEC Parco non è solo un'idea. È un viaggio tra strade e storie, arte e paesaggio. Un programma di eventi unico per Cortona, archeologia che si fa scenografia, trekking che si fa poesia, divulgazione che si fa spettacolo. Una rete di soggetti pubblici e privati che creano cultura alta e accessibile, approfondimenti che si fanno stimolo. Un MAEC aperto a tutti è più bello”.

 

“Il sistema Maec/Parco, dichiara il Sindaco di Cortona  Francesca Basanieri, prende sempre più forma e si pone come sempre di più il fulcro della strategia culturale e di promozione turistica per Cortona.

Questo programma ambizioso che pone al centro il pubblico ed i visitatori di Cortona.

Obiettivo migliorare le competenze professionali e manageriali del sistema museale cortonese, rafforzare la rete anche con altri soggetti, come ad esempio la Biblioteca dell’Accademia Etrusca e della città di Cortona e, naturalmente aumentare i visitatori non semplicemente nel numero ma anche nella qualità.

Il nostro obiettivo, conclude il Sindaco, è che il sistema MAEC – Parco Archeologico trasmetta l’idea di SISTEMA MUSEALE (collegamento tra museo e parco),  e riesca a promuovere il museo, la città e il territorio.”

Si comincia proprio dai più giovani con la proposta in programma nel periodo pasquale. Il 19 e il 23 aprile, infatti, sono in programma dei laboratori esperienziali al parco archeologico per bambini che vanno dai 6 ai 12 anni  (Info: prenotazioni@cortonamaec.org tel. 0575 637235).

Per i ponti turistici di primavera largo alle promozioni legate alle famiglie con la proposta “I genitori al Museo e i figli con le Fate-Tate”. Tutte le famiglie con bambini possono visitare il MAEC e la mostra “1738 la scoperta di Ercolano. Marcello Venuti: politica e cultura tra Napoli e Cortona” con biglietto a tariffa ridotta (€ 5) mentre i bambini avranno a disposizione un servizio di baby-sitting gratuito.

Sempre nei ponti che vanno da Pasqua fino al 1 maggio è attivo un servizio navetta con visita guidata al parco archeologico che parte da piazza Garibaldi nel centro storico alle ore 11.

Il mese di aprile si conclude in bellezza con l’organizzazione di una tappa del Cortona Jazz Festival all’intero del parco archeologico. L’appuntamento è in programma venerdì 26 aprile alle 17,30 con lo spettacolo “Conduction Ensemble” con ben 15 elementi diretti da OhadTalmor che si esibiranno eccezionalmente sulla scalinata della tomba dei Principes.

A maggio si aprono numerosi momenti di approfondimento legati anche a stretto filo alla mostra “1738 la scoperta di Ercolano. Marcello Venuti: politica e cultura tra Napoli e Cortona”con iniziative rivolte ancora anche ai più giovani.

Le “Suggestioni di una Mostra” saranno proposte al pubblico in una speciale e particolare esposizione fotograficarealizzata dal Fotoclub Etruria con gli scatti degli allievi del corso di fotografia.

Sabato 4 maggio alle ore 16 nelle sale didattiche del MAEC spazio ad un laboratorio (dai 6 ai 12 anni) dal titolo “Pompei ed Ercolano: le case ai tempi dei romani e la tecnica del mosaico”. Tornerà anche la musica con le sonorità celtiche proposte, sempre il 4 maggio alle ore 18 al Parco archeologico del Sodo in un concerto realizzato in collaborazione con Cortona Cristiana.

Altri appuntamenti per ragazzi sono in programma il 19 maggio alle ore 10 con “Tyrrenikà: la Tabula Cortonensis e la scrittura etrusca” e il 25 maggio alle ore 16 co il laboratorio dal titolo “La Musa Polimnia e l’arte dell’affresco”.

Spazio anche alle scuole del territorio con una due giorni realizzata alunni dell’ISIS “A.Vegni” di Capezzine, indirizzo alberghiero (l’11 e il 18 maggio) in collaborazione con AION Cultura, che accompagneranno il visitatore lungo il percorso museale, presentando gli aspetti legati all’alimentazione e agli usi e costumi sia nell’epoca romanache nel settecento. Nelle stesse giornate ci saranno interessanti incontri culturali curati dal vice lucumone Paolo Bruschetti (l’11 maggio sul collezionismo e la raccolta Venuti) e Bianca Gioia Marino (il 18 maggio sul progetto Across The Stones).

Il mese di maggio proseguirà con il calendario di incontri culturali a Palazzo Venuti in via Guelfa (oggi sede dell’Hotel San Michele che patrocina l’iniziativa ) dal titolo “Incontrarsi a maggio”che vedranno la partecipazione dell’archeologa Antonella Falcone(9 maggio ore 18), del professionista di Art DefenderEnrico Carboni (23 maggio ore 18), con il comandante del Nucleo dei Carabinieri Tutela Patrimonio Artistico (30 maggio ore 18) e con il direttore del Mann Paolo Giulierini (31 maggio ore 18).

Il 18 maggio è in programma l’apertura serale del museo nell’abito dell’iniziativa regionale “La Notte dei Musei” in collaborazione con Rasenna in Tuscanyche proporrà una degustazione di vini etruschi.

Il mese di giugno si apre ancora con le suggestioni legate alla mostra con le opere di Ercolano (1 giugno ore 11 al MAEC- “Dal Tripode con sfingi al design moderno” con l’architetto Marco Mancini e il 2 giugno ore 17,30 con la conferenza di fine mostracurata da Luigi DonatiLucumone dell’Accademia Etrusca) per poi proseguire con numerose iniziative tutte al Parco archeologico del Sodo tra giornate all’insegna dell’arte (Cianotipie in cammino 16 giugno ore 9con Donato Caporali e Roberto Ghezzi), teatro archeologico con Rumor Bianco (16 Giugno ore 18), Contemplum al tramonto(21 giugnoe tutti i venerdì di lugliocon AION CulturaGabriele Chi, Fitness Tuscany) e Passeggiatealla scoperta dei luoghi frequentati dal brigante Gnicche(23 giugno con Aion Cultura e Compagnia il Cilindo.

A Luglio torneranno i trekking sensoriali (6 luglio ore 9 e27 luglio ore 19) per poi lasciare spazio a molte performance artistiche: 7 luglio ore 18.30al MaecEveryonegetslighterall(evento performativo della compagnia Kinkaleri); 14 luglio ore 19.00 allaTanella di PitagoraAndromaca con l’associazioneculturale Rumor Bianco; 19 luglio ore 18.00 ORT in Concerto al MAEC Parco;21 luglio ore 18.30 alla porta Bifora e alla TanellaAngori con lo spettacolo “Che ci prende l’anima di Dario Fo e Franca Rame” (Rumor Bianco).

Per tutto il mese di Agosto ogni mercoledì alle ore 17 spazio a visite guidate in lingua inglese in collaborazione con Omnia Turist.

Nel mese di Settembre torneranno i campus settembrini per i bambini dai 6 ai 12 anni (dal 2 al 6 settembre al Parco archeologico del Sodo). Il 15 settembre spazio all’evento performartivo di Manuela Mancioppi in collaborazione con #CUT e il 29 settembre si chiuderà in bellezza con una camminata tra i boschi cortonesi alla ricerca e riconoscimento delle erbe spontanee officinali.

 

Per rimanere aggiornati sugli eventi del Maec è possibile collegarsi al sito https://cortonamaec.org/it/